Un’ottima prestazione sotto ogni aspetto non basta alla Società Sportiva Cosmos per strappare punti alla Libertas ed evitare il secondo k.o. in campionato. La mancanza di cinismo, precisione e fortuna sotto porta ha infatti negato ai gialloverdi di Serravalle la grande soddisfazione di uscire vincitori dalla sfida contro una delle squadre favorite nella lotta scudetto. Ma c’è comunque da essere ottimisti:  gli uomini di mister Protti hanno dato del filo da torcere alla formazione granata, per gran parte della gara, con una bella prova di carattere e di ottimo calcio che conferma non solo che se la possono giocare con tutti i club avversari, anche quelli più forti, ma soprattutto che le operazioni di mercato si sono rivelate azzeccate.

Venendo alla partita, in scena all’Ezio Conti di Dogana, al pronti-via il Cosmos va subito vicino al gol dell’1-0 con Manuel Canini che spara addosso a Gentilini in uscita dopo essere stato lanciato a rete da Giovagnoli.

Al 6’ prima occasione da rete anche per la Libertas con Brandino che sfodera un sinistro potente dalla trequarti di campo, Gregori respinge coi pugni.

Intorno al 10’ il Cosmos si rende di nuovo pericoloso per ben due volte: prima con la punizione di Giovagnoli respinta dal portiere della Libertas, poi con Manuel Canini che manca clamorosamente il tap-in vincente sul cross di Alex Cavalli dalla fascia destra.

All’Ezio Conti di Dogana prosegue il dominio gialloverde che manca però di efficacia e fortuna, come dimostra il tiro al volo di Bonfigli che termina non poco distante dal secondo palo della porta difesa da Gentilini al 16’ del primo tempo.

Un minuto dopo rischia grossissimo il club di Serravalle: liscio di Gregori sulla punizione di Mottola dai 30 metri, Sartini in extremis interviene per spazzare via la palla prima dell’arrivo di diversi avversari.

La Libertas tenta in tutti i modi di sbloccare la gara a suo favore anche con i tiri dalla distanza, come quello scagliato da Brandino al 23’ che termina sul fondo.

Il Cosmos non si lascia intimorire dalle azioni offensive dei granata di Borgo Maggiore, tant’è che al 29’ si rende di nuovo minaccioso dalle parti di Gentilini:  Manuel Canini, servito da Giovagnoli, scaglia un gran tiro diretto all’incrocio dei pali, l’ex estremo difensore del Reda e del Tre Fiori si fa trovare pronto e compie un autentico miracolo.

Capitan Cervellini e compagni insistono con l’assedio nella metà campo avversaria e al 31’ confezionano un’altra temibile azione offensiva:  assist di Bonfigli e conclusione centrale di Muccioli, Gentilini dice di nuovo di no parando questa volta coi piedi.

Ma il calcio, spesso e volentieri, sa essere ingiusto e crudele, come dimostra ampiamente il contropiede vincente della Libertas al 32’: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Gentilini agguanta la sfera in mezzo a un mucchio selvaggio e la lancia il più lontano possibile dalla propria area di rigore, triangolo perfetto tra Brandino e Golinucci con quest’ultimo che infila nell’angolino basso Gregori e festeggia il suo primo gol in campionato. La Libertas, dunque, passa in vantaggio nel momento migliore dei gialloverdi di Serravalle. Fallimentare, purtroppo, la copertura difensiva attuata da Sartini e Cervellini.

Il gol del centrocampista granata taglia le gambe al Cosmos, tanto è vero che rischia di subire il raddoppio al 36’ da Morelli, che dal limite dell’area manda il pallone sopra la traversa.

L’azione precedente, però, è semplicemente la prova generale per il bis degli uomini di mister Tognacci che arriva in perfetto orario tre minuti dopo:  Cervellini manca completamente il pallone sul lancio di Righi, Morelli ne approfitta e con una girata di destro punisce Gregori impreparato nell’occasione. 2-0 della Libertas e secondo gol in campionato per l’attaccante ex Rimini e Cesenatico. Termina così la prima frazione di gioco.

Nella ripresa il Cosmos, nonostante le due reti subite, ritrova grinta, carattere e voglia di giocare tanto da dimostrarlo già al 2’: assist di Della Valle, entrato al 43’ del primo tempo al posto dell’infortunato Manuel Canini, velo di Bonfigli e tiro di Sartini, ma Gentilini c’è e para facilmente.

Gli uomini di mister Protti non vogliono rassegnarsi a una possibile sconfitta e continuano ad assaltare l’area di rigore della Libertas con due nuove infide manovre offensive: la prima, al 4’, con Salvemini che di destro sfiora l’incrocio dei pali, mentre l’altra, al 6’, con Bonfigli che, anche lui di destro, manda la palla fuori.

Al 7’, però, gli sforzi dei gialloverdi di Serravalle vengono finalmente ripagati con il gol che dimezza lo svantaggio: cross di Santini dalla destra e Giovagnoli, tutto solo, sfonda la porta con un poderoso sinistro. Secondo gol consecutivo in campionato per l’ex centrocampista del Villa Verucchio e della Virtus Poggio Berni.

La Libertas è completamente in bambola, il Cosmos non la grazia e otto minuti dopo segna la rete del tanto cercato pareggio: Santini, su assist di Bonfigli, centra in pieno la traversa, sulla ribattuta Della Valle indisturbato timbra con facilità per la prima volta con la maglia gialloverde.

Al 23’ il club di Serravalle, dopo aver portato la gara sul 2-2, si ritrova persino in superiorità numerica: spintone di Simoncini a Della Valle sugli sviluppi di un corner, l’arbitro Arcari non ha dubbi ed espelle il difensore granata per condotta violenta.

Due minuti più tardi, però, arriva la grande beffa per il Cosmos: Brandino, su una punizione dai 30 metri, riesce infatti a togliere la ragnatela dall’incrocio dei pali portando così in vantaggio sul 3-2 la Libertas nonostante l’uomo in meno. Sbigottiti i giocatori e i tifosi gialloverdi all’Ezio Conti di Dogana; soddisfatto, invece, il difensore ex San Pietro in Vincoli e Murata per il suo secondo gol in campionato.

Il passivo potrebbe diventare peggiore per la compagine gialloverde, se non fosse che sia Mariotti al 28’ che Gaiani al 36’ falliscono da buona posizione il gol del 4-2. Il Cosmos, fino alla fine, prova a spingere in avanti per trovare il gol del definitivo pareggio, ma ogni tentativo si rivela deludente. Al triplice fischio finale, la Libertas può finalmente esultare per la conquista del secondo successo stagionale. Sconfitta veramente ingiusta per la Società Sportiva Cosmos che, a differenza della partita disputata contro la Virtus alla prima giornata, ha mostrato a tutti di non meritare assolutamente l’ultimo posto del girone B con 0 punti.

Nuova chance per fare punti sabato 19 ottobre alle ore 15, all’Acquaviva Stadium, quando il team di Serravalle dovrà affrontare il Cailungo nella quarta giornata di campionato.

Tabellino gara: Libertas-Cosmos 3-2 (primo tempo 2-0)

Libertas (4-3-3): Gentilini; Buda, Simoncini, Righi, Mezzadri; Gaiani, Mottola, Golinucci; Brandino (26’ st Pesaresi), Graziani (18’ st Mariotti), Morelli. Panchina: Zavoli, Stacchini, N. Cavalli, Dall’Ara. All.: Tognacci.

Cosmos (4-3-3): Gregori; A. Cavalli, Cervellini, Ferrari, Sartini (38’ st Azzurro); Santini (18’ st Grassi), Muccioli, Giovagnoli; Bonfigli, M. Canini (43’ pt Della Valle), Salvemini. Panchina: Batori, Giulianelli, Baschetti, N. Canini. All.: Protti.

Arbitro: Arcari.

Ammoniti: Grassi, Mariotti, Morelli, Mezzadri.

Espulso: 23’ st Simoncini per condotta violenta.

Marcatori: 32’ pt Golinucci, 39’ pt Morelli, 7’ st Giovagnoli, 15’ st Della Valle, 25’ st Brandino.

#WeCosmos #VamosCosmos